Cippo di confine demaniale foresta Val Parma

Cippo demaniale del 1914 divelto dalla sua sede e trascinato nel greto del rio affluente di sinistra Parma. Si trova sulla prosecuzione (non segnalata) del sentiero 725b che passa a nord del vivaio forestale della Vezzosa per ricongiungersi più a valle con il sentiero 725. Dopo un tratto con pregevole ciottolato e devia acqua, all’altezza dell’attraversamento di un rio affluente di sinistra del Parma del Lago Santo (Rio Grande) una frana ha trascinato a valle il sentiero e diversi alberi. Il cippo (a maggio 2015) si trova proprio nel fondo del rio ben visibile dal sentiero.

l cippo riporta incisa la sigla D.F.S. e la data 1914. Venne collocato dall’Azienda speciale del demanio forestale di Stato, istituita nel 1910 ed in seguito diventata Azienda di Stato per le Foreste Demaniali (ASFD), che aveva il compito di gestire i terreni della Real Casa di Savoia destinati ad aree protette e, in questo caso, del demanio forestale alta Val Parma. Un cippo analogo si trova poco distante, in loc. Prato della Valle.

Informazioni aggiuntive

Classe tipologica

Tipologia

Località

Vallata

Comune

Coordinate Geografiche

44°25'12.5"N 10°00'53.7"E ; 44.420144, 10.014914

Quota

1.189 m s.l.m.

Epoca

XIX Sec.

Data

1844

Proprietà

pubblica

Destinazione d'uso attuale

Cippo di confine foresta demaniale alta Val Parma

Destinazione d'uso storica

cippo di confine foresta demaniale alta Val Parma

Stato di conservazione

Data sopralluogo

Maggio 2015

Segnalato da

,

Rilevatore / compilatore