T26 – Cippo di confine- l’Arapelata (Borgotaro)

“Termine n°26, posto in terreno pasturato e spogliato, luogo detto “l’Arapelata”, distante dal precedente pertiche fiorentine 178, pari a metri 519, e cent. 76. In tutta l’estensione marcata dai sopradescritti termini, cioè dalla “Colla del Gottero all’Arapelata, il confine passa costantemente sulla cresta dei monti ad acqua pende, percorrendo uno spazio misurato orizzontalmente di miglia sei e mezzo toscane (circa miglia 7, e 332 metri parmigiani) sempre in terreno pasturato, boschivo a faggi, di proprietà Comunale; nel quale a maggior intelligenza e chiarezza è stato fatto un taglio di macchia largo pertiche fiorentine da 2 a 3, pari a 6 in 8 metri. Da detto termine segnato n° 26 abbandonail confine stesso la sommità dei monti e, piegando quasi ad angolo retto verso “Tramontana”, si dirige dall’origine del canale detto “il Rio Contrario”, per mezzo del quale seguendo il di lui andamento tortuoso prosegue sino all’incontro dello stradello “del Boschetto”. (1)

Dove sorge il Rio Grande, sulla scarpata ovest della strada della Cuccherna. Comunalia di S. Vincenzo e Rovinaglia. Presente nel 1990, ora non più in opera, sicuramente sottratto. -la foto è del 1995-

Note e bibliografia:

(1)Raccolta generale delle leggi per gli Stati di Parma, Piacenza e Guastalla, anno 1829. Disposizione Presidenziale intorno a’ confini Toscani, Parma 7 gennaio 1829]: p. 15

Archivio di Stato di Parma “Mappa dei confini giurisdizionali degli Stati di Parma

Per saperne di più: https://scn.caiparma.it/i-termini-di-confine/

Categoria:

Informazioni aggiuntive

Classe tipologica

Tipologia

Località

Vallata

Comune

Data

1828

Proprietà

pubblica

Destinazione d'uso attuale

Cippo di confine

Destinazione d'uso storica

Cippo di confine

Stato di conservazione

Coordinate Geografiche

N 44° 24' 29'' E 09° 45' 48.5''; 44.408056, 9.763472

Quota

1387 mt.

Segnalato da

,

Rilevatore / compilatore