T48 – Cippo di confine- la Chiastra di Groppamora (Borgotaro)

“Termine n°48, posto in terreno boschivo come sopra, luogo detto “La Chiastra di Groppamora”, distante dal precedente pertiche fiorentine 77, pari a metri 224, e cent.84. La linea condotta dagli antecedenti termini, la quale è tracciata nella macchia mediante il taglio dei faggi, per la larghezza di pertiche fiorentine due, pari a metri 5,84 centimetri, si dirige per gradi cento quindici, e minuti trenta da tramontana verso libeccio, e forma coll’altra diretta ai susseguenti, sino a quello detto “di Canamorta”, nel centro del presente termine n° 48, un angolo di gradi cento quaranta sette con vertice verso lo Stato di Parma. La detta prima linea come sopra condotta dagli antecedenti termini, costituisce poi con altra diretta alla parte di mezzo della casa detta “del Bratello”, che attualmente serve ad uso di Dogana Parmigiana, nel centro di questo stesso termine n° 48, un angolo di gradi cento trentasette avente il vertice verso lo Stato Toscano.”(1)

Ai margini di una pista forestale in territorio toscano. Comunalia di Valdena. Il cippo patisce significative scalfitture nella zona sommitale interessata dalle iscrizioni.

Note e bibliografia:

(1) Raccolta generale delle leggi per gli Stati di Parma, Piacenza e Guastalla, anno 1829. Disposizione Presidenziale intorno a’ confini Toscani, Parma 7 gennaio 1829]: p. 20-21

Archivio di Stato di Parma “Mappa dei confini giurisdizionali degli Stati di Parma

Per saperne di più: https://scn.caiparma.it/i-termini-di-confine/

Categoria:

Informazioni aggiuntive

Classe tipologica

Tipologia

Località

Vallata

Comune

Data

1828

Proprietà

pubblica

Destinazione d'uso attuale

Cippo di confine

Destinazione d'uso storica

Cippo di confine

Stato di conservazione

Coordinate Geografiche

N 44° 27' 02.6'' E 09° 48' 35'' ; 44.450722, 9.809722

Quota

1010 mt.

Segnalato da

,

Rilevatore / compilatore