Maestà San Lazzaro Vescovo (Tizzano Val Parma, loc. Casola)

La formella in marmo apuano misura circa 28×22 cm ed è collocata su di un pilastrino in mattoni, a protezione di coloro che percorrono la strada.
Nonostante lo stato di degrado e le pesanti fratture che presenta il marmo, è ancora perfettamente leggibile l’iscrizione alla base della maestà “S.LAZZARO 98”.
Il bassorilievo, risalente al XIX secolo, rappresenta la figura di San Lazzaro vestito con il piviale e con in testa mitria ed aureola. Il santo, che spesso veniva venerato contro le pestilenze, si trova in atteggiamento di preghiera davanti ad un crocifisso.

PROPOSTA DI RESTAURO:
La lastra si presenta spezzata e rozzamente congiunta con malta cementizia: Occorre ripulire la crepa dal cemento ed effettuare una riparazione meno impattante.

BIBLIOGRAFIA
Caterina Rapetti, Marco Fallini, Per antiche strade : immagini di devozione lungo la Val Parma, con un contributo sulla viabilità antica di Gianluca Bottazzi, Parma, Silva, 2002

La maestà si trova nell’area di passaggio di una delle Vie Storiche dell’Emilia-Romagna, la Via di Linari, che collega la città di Fidenza all’abazia di Linari nei pressi del Lagastrello, sulle orme degli antichi pellegrini. Parallela alla Via Francigena, la Via di Linari si congiunge con diversi cammini in zona di crinale che proseguono verso Pontremoli, Lucca, Roma.

Street view

Informazioni aggiuntive

Classe tipologica

Tipologia

,

S. Tipologia

Iconografia

Comune

Località

Vallata

Collegamenti

Coordinate Geografiche

44°31'11.5"N 10°09'25.4"E 44.519846, 10.157042

Quota

755 mt.

Epoca

XIX sec.

Data

1898

Stato di conservazione

Segnalato da

Rilevatore / compilatore

,