Maestà S. Rocco (Monchio delle Corti, loc. Lugagnano Ponte)

La formella in marmo apuano è posizionata presso un pilastrino facente parte della cancellata esterna di un’abitazione privata. La stessa maestà era originariamente collocata nella stessa posizione ma all’interno di un tabernacolo, oggi andato distrutto.

San Rocco è rappresentato a figura intera con in mano il lungo bastone da pellegrino ed accompagnato, come consuetudine, da un cane. Inoltre il Santo indossa un cappello con parasole ed il sanrocchino, mantello corto di tela, che serviva ai pellegrini per proteggersi dalle intemperie.
Oltre agli attributi sopra citati, che rendono immediatamente riconoscibile il Santo, la figura è incorniciata dalle lettere “S.R.” ad indicare San Rocco. Alla base del marmo è inoltre presente l’iscrizione “P.P.F.F. 1799”.

 

BIBLIOGRAFIA
Anna Mavilla, Le Maestà dell’alta Val Parma e Cedra, Ravenna, Longo, 1996, p.124

 

Informazioni aggiuntive

Classe tipologica

Tipologia

S. Tipologia

,

Iconografia

Comune

Località

Vallata

,

Quota

667 m s.l.m.

Epoca

XVIII Sec.

Data

1799

Proprietà

privata

Stato di conservazione

Rilevatore / compilatore

,

Data sopralluogo

27/12/2019